"Benvenuti nel sito della Pro Loco Ceretti"

 
IN EVIDENZA

PROGRAMMA 2022
DISPONIBILE IL MENU' DA COMPILARE PER LO STAND GASTRONOMICO!
Clicca qui per scaricarlo!
Previsioni


PERCORSO

MANGIA E CAMMINA

mangia e cammina _2015

La manifestazione consiste in una camminata non competitiva lungo percorsi della campagna e dei boschi del Cerettese. La partenza č fissata dalla piazza centrale di Ceretti ogni 20 min ci sarą una partenza. Proseguirą quindi attraversando le vie principali del paese, passando davanti all’Antico forno (al Forn). Lasciandoci alle spalle il Paese avanzeremo verso una strada di campagna costeggiata da vigneti prati e coltivazioni varie che ci porterą direttamente e inoltrarci nel bosco Cerettese con una prima sosta sul Bric del gere Rusč o "Bric della Cavoun" per la degustazione della colazione sotto l’ombre di alcuni “Cerri” verrą servito il (caffč e biscotti Cerettesi fatti in uno degli antichi forni di Ceretti), preseguendo per il bosco inoltrandosi nel sentiero dei “Cerri” (č un albero a foglie caduche appartenente alla famiglia delle Fagaceae. L’origine del nome Ceretti viene fatta risalire al latino “quercus cerrus” che letteralmente significa querce, “cerri”), sul bellissimo sentiero ripulito per l'occasione oltrepassando un piccolo ruscello risaliremo nel bosco lungo il "Sentiero d'l Riva", risaliremo fino al Bric d'l Riva dove troveremo la seconda tappa con un ricco piatto di salumi tipici e lardo innaffiato da un buon bicchiere di vino (Barbera doc e Erbaluce doc).


Il nostro cammino proseguirą verso Ca Tusat inoltrandoci verso una strada di campagna ci ritroveremo nuovamente nel bosco sul bric dei Fraschin luogo della terza tappa e qui sotto l’ombra di due grandi Querce, degusteremo l’ Antipasto sfizioso di giornata accompagnato da vino frizzantino e bevande. Proseguendo su una strada di campagna costeggiata da filari di viti (Vitis), e continuando per il bosco inoltrandosi nel sentiero dei “Cerri”, attraversando un ruscello (Riannetto) risalendo verso un antico sentiero si immetterą verso la strada comunale di Front proseguirą verso direzione Front dove troveremo il “Camp Barbis” (antico ed ex prato dove i ragazzi festeggiavano in questo periodo la festa degli alberi piantando fisicamente ognuno un proprio albererlo.), si arriva alla Fontana Becią (al ingresso troveremo bellissimi esemplari di Carpino), dove troveremo la quarta tappa, con degustazione dell'insalata di pollo cucinata alla maniera della "nonna" e antipasto tricolore accompagnati da un bicchiere di barbera e acqua. Il percorso sarą ricco di indicazioni riprenderemo il nostro cammino risalendo verso un antico sentiero (sentiero del "Bric D'los") la strada proseguirą verso un bellissimo bosco di Querce e Cerri e incontreremo prati destinati alla coltivazione del foraggio e grano, dove troveremo l’ingresso alto della ex Polveriera.

Si riscenderą verso valle seguendo la famosa strada bianca riportata alla splendore di un tempo per l’occasione fino ad incontrare la prima “Casa” n° 31 dove all’ombra di splendidi castagneti e cerri, troveremo il Punto Intermedio e potremo degustare un un buon sorbetto al limone č quello che ci vuole per affrontare questo giorno.
Continuando lungo la strada troveremo altre “Case” e otto vasche per la raccolta dell’acqua, costruite datate 1930, le cosiddette Case dove venivano utilizzate per custodire le bombe (m. 590), scendendo lungo la collina troveremo boschetti e fontanelle e scenderemo fino a i “Pra a Valą”., ora desolatamente abbandonati ed invasi dal bosco che si sta riprendendo quei lembi di versante collinare che un tempo gli furono faticosamente strappati dagli uomini.
Bisogna spendere un po’ di tempo per girovagare fra queste “Case”, con il suo profumo antico, di austera nobiltą. Ottima č, poi, la collocazione panoramica: si tratta di un belvedere naturale sulla cima del versante meridionale della Polveriera, fino a i “Pre a Valą”.                                                                                           

Costeggiando il Rio Val Maggiore ci inoltreremo verso la strada bianca sempre all’interno della Polveriera che ci condurrą fino al "Casa 10 e 12" sede della quinta tappa, con degustazione di una super pasta al ragł un piatto preparato con metodo tradizionale, accompagnati da un bicchiere di bonarda e acqua. Riprenderemo il nostro cammino, lasceremo alle nostre spalle la tappa e riprenderemo la strada comunale di Front in direzione Ceretti, qui costeggiando la recinzione della ex Polveriera, supereremo un nuovo ponte sul Rio Val Maggiore e ci si inoltrerą quindi nella strada di campagna localitą “Pra Calot”, attraversando piacevoli saliscendi fra ombrosi boschetti di castagni, cerri e querce e piccole fontane lungo i vecchi sentieri. (Stra del Pere). 

Lungo il percorso troveremo anche prati destinati alla coltivazione del foraggio, superati i prati imboccheremo un strada di campagna che ci porterą nella cascina "le fortune" luogo della sesta tappa, ove saranno servite le portate di capocollo alla piastra con insalata di Ceretti, accompagnate da vino frizzantino e bevande.
Ripartendo attraversando la strada comunale di Vauda Canavese ci inoltreremo in localitą “Corametti” (piccolo borgo composto da poche unitą) proseguendo svolteremo su una strada di campagna riscendendo lungo l’ Antico sentiero del “Bric dei Caval”, punto panoramico a 360°, pur non trattandosi di una cima elevata.

Come al solito, primo o poi bisogna proseguire: lo facciamo riscendendo il pendio rituffandoci nella fitta vegetazione.
scendendo fino fino a i “Pre a Valą” entreremo nuovamente nel bosco attraversando il Rio Val Maggiore ci ritroveremo sulla strada comunale di Front in direzione Ceretti e affronteremo un vecchio sentiero riportato alla splendore di un tempo per l’occasione, troveremo boschetti e fontanelle. Riprenderemo il nostro cammino verso la fontana del Bersaglič riportata al suo splendore, antica fontana dove pił di 60 anni fa veniva usata per lavare dalle donne del tempo, superata uscendo dal boschetto troveremo la penultima ed settima tappa, sotto l’ombra di grandi Querce si avrą la possibilitą di degustare una selezione di formaggi delle vallate con miele, marmellata, degustando un buon bicchiere di vino Dolcetto, Arneis e Chardonnay. La camminata riprenderą e rituffandoci nella fitta vegetazione risaliremo sul bellissimo sentiero ripulito per l'occasione " Strą Giuan", che ci porterą nuovamente in paese. Lasciandoci alle spalle il Bric avanzeremo verso il Centro abitato di Ceretti. La camminata terminerą presso la "Piazza del Gusto" ottava tappa a Ceretti, cuore della festa, ove saranno servite le fragole del Piemonte e le crostate cucinate alla maniera della tradizione, accompagnato dal Moscato e il caffč.                                                                                                                                                                              L’arrivo in Piazza sarą un momento deliziato da musiche… e per chi ancora avrą energia da spendere: danze e balli per tutti i gusti e tutte le etą.                                                     

Ad ogni tappa corrisponderą una specifica portata con relative abbinamento di degustazioni di vini. Le tappe di ristoro      sono debitamente allestite prevedendo zone all’ombra,musiche, tavoli, panche per rendere piacevole e confortevole il      momento del desinare.                                                                                                                                                   



 

Si declina ogni responsabilità per eventuali incidenti che dovessero verificarsi prima, durante e dopo i festeggiamenti.
(Il programma sopra indicato può subire variazioni senza preavviso)


Google
Veduta Aerea di Ceretti
Ceretti Aerea
Una splendida frazione immersa nel verde
Lo staff del 2019
Staff 2019
Affiatati per crescere insieme e uniti di anno in anno
Tempo attuale
10 anni di priorato
La Badia
Il bello di costruire insieme!!